Pinocchio dell’anno

Il Comune di Vernante, dal 2006 ha così deciso di indire un Concorso Nazionale di pittura e arti grafiche, dedicato ad “Attilio Mussino”, rivolto a scuole dell’Infanzia, Primarie e Secondarie di I° grado, sia italiane che straniere. Il Concorso di Pittura e Arti Grafiche “Attilio Mussino” s’inserisce all’interno delle iniziative promosse dal Comune e dalla Pro Loco di Vernante per valorizzare la figura del celebre illustratore italiano del primo Pinocchio a colori che a Vernante visse gli ultimi della sua vita.

Ogni anno è proposta una differente tematica per favorire il confronto e lo scambio di esperienze artistico-creative.

Il concorso ha il suo momento clou nel Pinocchio dell’anno, la giornata di premiazione dei vincitori durante la quale a tutti i partecipanti viene offerta la possibilità di partecipare gratuitamente alle visite al Museo Mussino, al tour dei murales, ad uno spettacolo teatrale e ad un laboratorio creativo.

Definito il Paese dei balocchi,  Vernante deve il suo appellativo al personaggio di PINOCCHIO.

Ma come mai? L’amato burattino non ebbe solo un “babbo”, Carlo Collodi, ma anche uno “zio”, Attilio Mussino, noto illustratore di giornali e libri per ragazzi. A lui è dedicato il Museo di Vernante. Fu lui che, in occasione della pubblicazione della prima edizione di lusso del racconto ad opera dell’editore Bemporad, diede vita alla prima immagine a colori di Pinocchio che tutti noi ben conosciamo: vestitino verde e cappello bianco a punta.

A distanza di trentacinque anni dalla sua morte, avvenuta nel 1954, due “artisti locali”, Bruno Carletto e Bartolomeo Cavallera, vollero ricordare lo “zio di Pinocchio” realizzando un “libro en plen air”, in continua crescita, sulle case del paese.

Realizzato grazie a:

X